Prato: un serbatoio di ossigeno

Un prato ben formato di 250 m2 produce durante il suo periodo di crescita il fabbisogno di ossigeno quotidiano per una famiglia di quattro persone.
+39 0471 817 305info@pojer.it
Pojer   //   Progetti   //   Landscapes   //   Verde stradale



Tipologia

Verde pubblico

Stile

Contemporaneo/ mediterraneo

Ubicazione

Salorno (BZ)

Dimensione

13 interventi localizzati

Dati di riferimento

1.670 erbacee perenni, 256 stagionali, 80 essenze arbustive

Particolarità

Bassa manutenzione, resistente a siccità e alte temperature, alto impatto visivo, scultura con vigne, Barrique piantumate

Descrizione del progetto

Le idee progettuali, scaturite dallo studio dell’area oggetto dell’intervento, sono volte alla valorizzazione degli spazi verdi, del verde di arredo e dall’inserimento delle stesse nel contesto cittadino.

Il progetto prevede sostanzialmente, sia nelle aiuole che nei vasi e nelle fioriere, l’utilizzo di essenze erbacee perenni di diversa altezza e con la fioritura scalata lungo tutto il periodo dell’anno.

Le essenze perenni sono accompagnate da alcuni elementi arbustivi al fine di ricreare un certo dinamismo all’interno delle aiuole e delle fioriere.

L’utilizzo di specie erbacee perenni anziché le tradizionali ‘fioriture stagionali’ permette un indubbio risparmio in termini economici nel medio e lungo periodo a fronte di un investimento iniziale lievemente più alto.

Non sarà più necessario quindi operare l’avvicendamento primaverile-autunnale, in quanto ogni composizione sarà studiata per produrre un interessante e differente impatto estetico in ogni periodo per vari anni a venire.

Inoltre, l’utilizzo di specie erbacee perenni permette di ridurre sensibilmente gli impegni manutentivi in quanto le specie scelte necessitano di minori irrigazioni.

La scelta delle specie vegetali è differenziata a seconda della collocazione delle stesse: sulle aiuole stradali trovano spazio graminacee (Stipa, Miscanthus e Festuca) e specie mediterranee con lo scopo di creare forme e colori affascinanti, ma allo stesso tempo in grado di resistere anche alle carenze idriche e alle temperature sempre più elevate (Lavandula, Euphorbia, Monarda, Thymus, Allium ecc.). Con la scelta delle specie adatte non è stata necessaria l’installazione di un’irrigazione automattizzata.

Alla base delle alberature la piantumazione è composta prevalentemente da Carex , Bergenia, Heuchera e Iris che ben si adattano alla forte concorrenza radicale e inoltre favoriscono positivamente lo sviluppo e la crescita degli alberi.